TAVOLO VERDE

VERBALI





ll “Tavolo Verde” è un percorso partecipativo sperimentale avviato tra il Comune di Ferrara, Ferrara Tua e la Rete Giustizia climatica di Ferrara che ha come obiettivo il miglioramento del Contratto di servizio, con cui il Comune affida a Ferrara Tua  la gestione del Verde pubblico.

La prima petizione: “ Agenda lavoro per la riconversione ecologica della città di Ferrara” propone un percorso di ascolto, informazione e co- progettazione tra la Rete per la Giustizia Climatica e la Pubblica Amministrazione per il raggiungimento entro il termine del mandato sindacale (2024) di alcuni obiettivi ritenuti prioritari. Il percorso di co-progettazione prevede che la partecipazione dei cittadini alle scelte politiche superi il ruolo consultivo, assumendo un effettivo impatto nel processo decisionale. La coprogettazione si inserisce all’interno della cornice delineata dalla L.R. 15/18, legge che “favorisce la partecipazione dei cittadini e delle loro organizzazioni alla delineazione delle politiche pubbliche e rafforza il senso di cittadinanza attiva, soprattutto in occasione di scelte importanti e strategiche per il territorio”. Si ispira altresì ai Principi della “Carta della Partecipazione” approvata dal Comune di Ferrara. In risposta alla prima petizione, in una presentazione pubblica del 4 novembre, l’Assessore all'ambiente Balboni, si è dimostrato favorevole al percorso di coprogettazione proponendo, in attesa della sua formalizzazione di avviare la sperimentazione di un Tavolo verde. Il progetto pilota aveva lo scopo di migliorare i contenuti del contratto tra Amministrazione comunale e Ferrara Tua per la gestione del verde pubblico e di renderlo più rispondente ai bisogni di tutela del patrimonio verde della città.
Nella stesura del nuovo contratto, il confronto si è rivelato una buona occasione di partecipazione dei cittadini alle scelte amministrative della città. La Rete per la Giustizia Climatica si è impegnata nel sostenere la tutela e l'implementazione del Verde pubblico come valore superiore che deve ispirare la buona amministrazione: migliorare e curare il Verde ha ricadute importanti sulla salute e sul benessere dei cittadini.
La Rete ha proposto aspetti di miglioramento nel contratto di servizio e nelle schede tecniche, seguendo le linee guida del Comitato ministeriale per lo Sviluppo del Verde Pubblico e il decreto 10 marzo 2020 “Criteri Ambientali Minimi per il servizio di gestione del verde pubblico”, norme a tutela della biodiversità e il patrimonio verde. Ha rivolto un'attenzione particolare non solo alla sostenibilità ambientale ( corretta progettazione di nuovi impianti di forestazione urbana, potature rispettose delle piante, compostaggio del materiale di risulta, sfalci previa bonifica dei rifiuti …. ) ma anche alle priorità che il contratto deve prevedere per essere efficace, quali le competenze professionali, la formazione continua degli operatori, il controllo, il monitoraggio delle attività svolte e la trasparenza.
 Al termine del lavoro la Rete ha dichiarato la sua piena disponibilità a continuare la collaborazione a monitorare nel tempo la realizzazione di quanto elaborato e attende la formalizzazione dell'esperienza di coprogettazione, per consolidare prassi di democrazia partecipativa.  

.

TAVOLO verde DEL 18/11/2020

Nell'incontro odierno La RGC presenta le proposte per il miglioramento del contratto di servizio previsto per la gestione del Verde municipale, evidenziando le criticità rilevate, ai funzionari competenti che sono invitati ad esprimersi. Le parti esaminano temi e argomenti di confronto individuando per la cura del patrimonio Verde della città cinque priorità da inserire in un Piano del verde come strumento di pianificazione urbanistica, previsto dalla Legge 10/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi urbani”:

  1. monitoraggio del patrimonio verde della città e trasparenza nella sua gestione e cura, auspicato e raccomandato anche nei principi europei sulla governance, da attuare attraverso il censimento del verde e la creazione di un portale web del Verde comunale;

  2. controllo della gestione e della cura del verde pubblico, da attuare attraverso una definizione precisa di mansioni e responsabilità;

  3. formazione continua e aggiornata degli operatori sugli obiettivi di sostenibilità ambientale destinata a tutti i livellostenibilità’

  4. sostenibilità

  5. inserimento dei criteri ambientali minimi

Di questi, soltanto tre saranno oggetto di discussione.

TAVOLO verde DEL
3/12/2020 

Nel corso della riunione si focalizzano gli obiettivi del Tavolo Verde: elaborare, sotto l'aspetto qualitativo, un nuovo di Contratto di Servizio nel corso dei prossimi 4 mesi.  
Il contratto di servizio è una fonte normativa per le ditte che andranno a realizzare la manutenzione del verde pubblico urbano.
Sono trattati i temi della pianificazione, delle competenze e del controllo.

TAVOLO verde DEL 5/01/2021 

Il Tavolo Verde prende in esame il Documento “Sintesi tavolo verde al 14 dicembre” che raccoglie, a cura della RGC tutti i temi da affrontare organizzati per punti ed una sintesi delle riflessioni.emerse nelle riunioni insieme ad un richiamo ai quesiti e alle proposte avanzate. Nel corso di questa riunione i tecnici dell'Amministrazione comunale rispondono ai chiarimenti richiesti dagli ambientalisti sui temi del censimento del verde, del bilancio arboreo e del piano del verde, sulla filiera delle responsabilità nella cura del Verde, sul controllo e sul sistema delle sanzioni, sui report e sul potenziamento dei controlli, sulla trasparenza, sulla carta dei servizi, sulla protezione degli alberi, sugli sfalci e la gestione dei rifiuti prodotti. Si prendono accordi per la creazione condivisa del portale verde. Si rimandano alla prossima riunione i temi delle potature e degli abbattimenti, delle nuove piantumazioni, e della relazione tra sfalci e sicurezza stradale.

TAVOLO VERDE DEL
04/02/2021

In questa riunione del Tavolo Verde l’Assessore e l’Area tecnica del Comune ascoltano le criticità e le proposte sulla gestione del Verde da parte di quattro portavoce della RGC. Sono presi in considerazione i temi: potature e abbattimenti, nuove piantumazioni, sfalci e rifiuti, nuovi impianti e sfalci e sicurezza stradale.

TAVOLO VERDE DEL
18/02/2021

In questa riunione il Tavolo Verde prende in esame le proposte di modifica della RGC alla bozza di contratto di servizio . Tali modifiche dapprima apportate dall’Amministrazione comunale sono state sottoposte all'attenzione della RGC per integrazioni e ulteriori modifiche. L’Assessore prende in esame le modifiche punto per punto per individuare nel confronto contenuti condivisi.

TAVOLO VERDE DEL
03/03/2021

In questa riunione il Tavolo Verde prende in esame le proposte di modifica della RGC alle schede tecniche. Tali modifiche dapprima apportate dall’Amministrazione Comunale sono state sottoposte all'attenzione della RGC per integrazioni e ulteriori modifiche. L’Assessore prende in esame le modifiche punto per punto per individuare nel confronto i contenuti condivisi.

TAVOLO VERDE DEL
08/03/2021

In questa riunione il Tavolo Verde prende in esame le ulteriori proposte di modifica rimaste in sospeso, provenienti da entrambe le parti, al Contratto di servizio e alle Schede tecniche allegate.Tali modifiche, già oggetto di discussione sono riproposte, dopo una pausa di riflessione, per giungere al testo definitivo da sottoporre al vaglio del Gruppo di lavoro interno alla Amministrazione Comunale, costituito dai referenti interni dell’AC e dai referenti esterni del gestore Ferrara Tua, per un’attività propedeutica all'approvazione del Contratto di Servizio in Giunta e alla sua successiva discussione in Consiglio comunale.