Arpae, Regione Emilia Romagna, ha concesso a una ditta privata il taglio radicale che sta distruggendo il corridoio ecologico sulla sponda destra e sinistra del fiume Reno, interessando le frazioni di Pieve di Cento, Bologna e Ferrara con la solita scusa del rischio idrogeologico...



L'estate scorsa ci siamo accorti, passeggiando su viale Carducci al lido degli Estensi, che sotto agli obelischi erano esposti dei cartelloni esteticamente molto belli che mostravano il progetto della riqualificazione. I disegni sfoggiavano tanti begli alberelli di un verde brillante che ... sembravano diversi dai pini. Noi della voce degli alberi ci siamo un po' insospettiti e ci siamo messi a cercare sul sito del Comune di Comacchio........

SERVIZIO DI FAN PAGE:
https://youmedia.fanpage.it/video/aa/YYPwfeSwTM-AbntU








riportiamo il fiume in citta'!

Sabato 16 OTTOBRE 2021 partecipa alla Prima Assemblea cittadina per un Contratto di Fiume a Ferrara! 

Il Gruppo Blu della Rete per la Giustizia Climatica ti aspetta dalle 9.30 alle 12.30 sul battello NENA, in via Darsena 57.



Buone notizie:
il polo logistico di altedo non si fara'

La Rete per la Giustizia Climatica di Ferrara ha appreso con soddisfazione che il Polo logistico di Altedo non verrà costruito

gestione dei rifiuti urbani a ferrara

Un passo avanti verso la ripubblicizzazione del servizio con l’avvio dello studio di fattibilità
Ferrara, 7 settembre 2021. Nei giorni scorsi si è svolta una nuova riunione del “Tavolo partecipativo sulla ripubblicizzazione del servizio di gestione dei rifiuti urbani a Ferrara”. La Rete per la Giustizia Climatica chiede la ripubblicizzazione dei servizio di gestione dei rifiuti.  L’assessore Balboni ha manifestato l’intenzione di procedere allo studio di fattibilità, ovvero di un piano economico e industriale per verificare la ripubblicizzazione del servizio, come richiesto dalla Rete per la Giustizia Climatica di Ferrara  già a partire dalla primavera scorsa, con la manifestazione del 21 maggio “Ci siamo rotti i polmoni” e dalla risoluzione presentata dal consigliere Mantovani e approvata in Consiglio comunale il 31 maggio.



ennesimo malfunzionamento della conca di Pontelagoscuro, nuovamente interrotta

La Rete per la Giustizia Climatica, attraverso due suoi gruppi di lavoro - il Gruppo Blu e il Gruppo Mobilità - esprime sconcerto e preoccupazione per l’ennesimo malfunzionamento della conca di Pontelagoscuro, nuovamente interrotta . L’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile – Servizio Area Reno e Po di Volano, l’ente regionale che ne gestisce il servizio, ha infatti comunicato che tale struttura resterà chiusa per motivi di sicurezza fino a data da destinarsi. La nostra città, che è stata definita “idropolitana” poiché circondata da corsi d’acqua, patrimonio dell’Unesco anche per il suo legame con il Delta del Po , paradossalmente si trova più isolata che mai dal punto di vista della navigabilità.



Una fotografia della situazione attuale, infatti, restituisce un’immagine impietosa. La Darsena di San Paolo – futuro ma sempre più chimerico hub di turismo fluviale di diporto verso il Po il Grande o verso il mare – dove fino a dieci anni fa insistevano ottanta posti barca…è tristemente vuota, se non fosse per la o,Nena e il Lupo, ormeggiate nei pressi degli ex magazzini Savonuzzi . Lo sbocco fluviale...

Assoluto no a 12 mila tonnellate in più di rifiuti da bruciare!

Le richieste della Rete di Giustizia Climatica Ferrara: ORA ricorso straordinario e revisione dell’AIA. SUBITO uno studio di fattibilità per la ripubblicizzazione del servizio raccolta rifiuti..

A Ferrara nel 2021 Hera decide in autonomia di aumentare la quantità di rifiuti da bruciare invece di puntare al miglioramento della qualità dell'aria, tutto senza nessun confronto aperto con la cittadinanza.

È il risultato di un susseguirsi di amministrazioni comunali che hanno continuamente messo i dividendi delle multiutilities davanti alla salute e benessere dei propri cittadini e cittadine.

I cittadini, le cittadine di Ferrara si sono stancati, sono preoccupati per i loro polmoni e per questo progetto che non guarda né alla loro salute né a quella dei loro figli, ma solo al profitto dei soliti. Richiediamo da anni e a gran voce una gestione più virtuosa dei rifiuti pubblici dalle nostre amministrazioni. Questo implica:

▫️ ottimizzare il sistema dI raccolta differenziata e ottimizzare il riciclo plastico.
▫️ incentivare una filiera occupazionale basata sul riutilizzo dei materiali e dello zero waste.
▫️ diminuire il tasso di decessi e malattie legate a problemi cardiocircolatori e respiratori.
▫️ promuovere scelte virtuose e realmente ecologiche, si rimane nel grigio passato , ma ben spennellato di verde.

Per questo la Rete della Giustizia Climatica di Ferrara, le associazioni aderenti, i cittadini e le cittadine interessati, si incontreranno in Piazza Castello VENERDI 21/05/2021 alle 17.30, per farsi sentire a gran voce da chi ha il dovere di protegge la nostra salute e quella dell'aria che tutti respirano!

DICIAMO NO ANCHE NOI AL POLO LOGISTICO DI ALTEDO

Le associazioni riunite nella Rete per la Giustizia climatica di Ferrara sostengono la opposizione al progetto di un mostruoso polo logistico di 73 ettari da costruirsi nelle vicinanze del casello autostradale di Altedo. Numerose associazioni e tantissimi cittadini di quel territorio hanno manifestato da mesi la propria argomentata contrarietà, purtroppo smentiti dai loro consigli comunali...

a che punto siamo?

In questo anno 2020, sedici associazioni ferraresi con interessi e impegni in ambito ambientale si sono unite col nome di Rete per la Giustizia Climatica, hanno presentato al Comune tre petizioni firmate da oltre 1000 cittadini ognuna,  stanno attualmente partecipando alla scrittura delle caratteristiche che dovrà avere il servizio di manutenzione del verde pubblico nel territorio comunale, e continuano ad incontrarsi e progettare....

ci rivolgiamo ai cittadini della nostra città

 LA RETE PER LA GIUSTIZIA CLIMATICA 

è un soggetto collettivo nato dall’unione d’intenti di movimenti ed associazioni locali che si occupano principalmente delle tematiche ecologiche, il suo obiettivo principale è la creazione di un percorso comune, che risvegli le coscienze delle persone e le inviti ad agire partendo dall’emergenza climatica ed ecologica, per arrivare ad ottenere quanto più benessere e salute personale, sociale ed ambientale.

 
Ci rivolgiamo alle cittadine e ai cittadini della nostra città affinchè ci appoggino nella programmazione e nella proposta
di interventi sociali ed economici a sostegno della  ripresa della città in modo che, dopo l’attuale crisi sanitaria, si tenga al centro la necessità di salvaguardare l’ambiente e contrastare la crisi ecologica e climatica. 

La conversione ecologica è la migliore via per far ripartire l’economia e l’unica strada che ci permetta di evitare nuove catastrofi umanitarie, sanitarie, economiche e climatiche.
Abbiamo individuato tre tematiche: trasparenza, mobilità sostenibile, riforestazione, su cui, fin da subito, è possibile mettere in campo azioni concrete.

LE 3 tematiche

La città di Ferrara ha dichiarato l’emergenza climatica a luglio 2019, e sempre nel 2019 ha adottato il PAESC (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) e il PUMS (Piano Urbano Mobilità Sostenibile): ora è davvero il tempo delle azioni. Dovranno essere coraggiose e lungimiranti, in armonia con quelle delle altre città in tutto il mondo. Proponiamo di adottare le seguenti azioni suddivise in tre aree tematiche principali:

TRASPARENZA TOTALE e partecipazione

Fruibilità totale dei dati inerenti la qualità dell'aria cittadina e pubblicazione di tutte le informazioni inerenti agli interventi sugli interventi al verde pubblico come strumento di protezione e salvaguardia.

reale MOBILITÁ SOSTENIBILE

Realizzazione di un percorso condiviso che porti a soddisfare la reale vocazione ciclistica del nostro territorio rispettando gli impegni presi sulla mobilità urbana e proponendo nuove soluzioni possibili.

FORESTAZIONE URBANA

Proteggere ed aumentare il patrimonio arboreo cittadino in modo da giovare collettivamente degli ormai innegabili vantaggi che il verde pubblico può apportare alla qualità di vita di ognuno di noi.


conversione ecologica e giustizia climatica - ferrara

PER UNA RINASCITA VERDE

Fiduciosi che il nostro appello venga accolto, in coerenza con la linea programmatica di mandato “ La sfida della città futura” che intende intraprendere un percorso di pianificazione strategica partecipata raccogliendo gli apporti dell’intero mondo economico, sociale, culturale e ambientale della città, dichiariamo la nostra disponibilità a partecipare in maniera diretta e costruttiva alla realizzazione delle azioni proposte. Il cambiamento si può fare e noi, in qualità di cittadini, desideriamo contribuire attivamente.

Per valorizzare l’attuazione delle nostre richieste e coinvolgere nella loro pianificazione la città e la sua Amministrazione, presenteremo al Comune formali petizioni inerenti i temi individuati e chiederemo l’adesione di tutte le realtà del territorio ferrarese che si occupano della vivibilità e della cura dei beni comuni.

illustrazione di -letizia piras- fridays for future

rete proponente

    Extinction Rebellion Ferrara

    Fridays For Future Ferrara

    Parents For Future Ferrara

    Teachers For Future Ferrara

    FIAB Ferrara

    UISP

    La Voce degli Alberi Ferrara

    Pirati del Po 

    UPE-Unione Pescatori Estensi

    Plastic Free

    LAV

    Tree Climbers Ferrara

    Associazione Apicoltori Estensi

    Donne per la Terra

    Difesa Ambientale Estense

    Pontegradella in Transizione

    Arialieve